domenica 9 ottobre 2016

Motoemozioni – MotoGuzzi MGX-21


Personalità ne ha da vendere il nuovo bagger arrivato da Mandello: già a prima vista si viene presi da un senso di reverenza per l'imponenza della "Flying Fortress" che, ricordiamo, è lunga ben 2,56 m.

 


 

 

 

Si inizia con qualche apprensione: da fermo occorre fare i conti con la ruota da 21” di un avantreno ben studiato ma forse proprio per questo non subito intuitivo e con un motore che al momento dell'accensione fa sentire la sua tensione destrorsa. Ma basta partire, come ha fatto il vostro RideReporter! Appena ci si muove le apprensioni svaniscono: il mezzo è incredibilmente maneggevole, il motore è morbido e veloce nella risposta fin dai bassi regimi.

 




Una Cruiser così verrebbe da provarla immediatamente in autostrada, dove si pensa che possa dare il meglio di sé, ma proprio per questo Doctorharley ha voluto invece dirigersi verso i tornanti e le vigne della Val di Cembra per testare la MGX-21 in un contesto più impegnativo, salendo a Cembra per poi ridiscendere a Trento passando per il lago di Lases.

 




 



 

 

E non ci siamo accontentati delle curve tutto sommato morbide della Val di Cembra,  abbiamo voluto portare la moto anche per boschi e stradine, inoltrandoci fra le cave di porfido ed arrivando fino al Lago Santo, sopra Cembra:  qui veramente la moto ha dato  il meglio, per la maneggevolezza, la precisione ed il senso di sicurezza nella guida.

 





 

 

 

 

Il tipo di strada sul quale abbiamo provato la moto è più adatto alle enduro stradali tant'è che in riva al lago l'unica compagnia a due ruote che la "Fortezza Volante" ha trovato è stata proprio quella di endurone germaniche

 


 


 

 

 

Le sensazioni o meglio, come ama dire Doctorharley, le emozioni provate durante la guida sono senz'altro positive: una moto che pur conservando il forte carattere guzzista e senza voler inseguire più del necessario le mode del momento, riesce a dare una risposta adeguata a chi cerca emozione di guida nelle condizioni più diverse

 

  

 

 

 

Cura dei particolari molto attenta, elettronica non invasiva, due enormi valigie laterali che consentono di affrontare non solo il weekend ma anche il breve viaggio senza avere bagagli a vista, tanti piccoli accorgimenti user-friendly come la doppia scala del contachilometri, digitale a destra ed analogica a sinistra, il cupolino basso che protegge il torace del guidatore ma gli lascia godere l'effetto liberatorio del “vento in faccia”.

 


 



Il motore dà  soddisfazione già con la mappatura TURISMO . Con la mappatura VELOCE si guadagnano un'altra quindicina di cavalli che consentono una guida più adrenalinica ma sempre rimanendo in un ambito di puro godimento. In caso di fondo viscido, si può infine optare, per maggiore sicurezza, sulla mappatura PIOGGIA.


  

 

 

Siamo sicuri che gli affezionati del marchio di Mandello troveranno nella “Fortezza Volante” la loro moto di riferimento e ce ne dà conferma l'attenzione che la MGX-21 ha riscosso anche nelle brevi pause in cui è rimasta parcheggiata a bordo strada oppure davanti a un bar, attirando i curiosi e suscitandone i commenti.

 


 

 


Doverosi ringraziamenti vanno alla concessionaria Moto Guzzi per il Trentino Moto Riders di Trento ed al suo staff, ed in particolare a Clemens Biasi, per aver consentito la realizzazione di questo reportage.

 

 

 

Links:

Moto Riderswww.motoriders.it         www.facebook.com/motoriderssrl

 

Lo Staff:  Clemens   Giada


Moto Guzzi MGX-21 – Scheda tecnica  

2 commenti:

  1. Clemens, sei un uomo coraggioso!��������

    RispondiElimina