martedì 8 agosto 2017

Svizzera in moto – il Cantone di Uri





Il Canton Uri è un cantone della Svizzera centrale, e uno dei quattro Waldstätte (cantoni forestali). Uri è una regione alpina ricca di ghiacciai e alpeggi formata dal bacino del fiume Reuss, che scende dal Massiccio del San Gottardo e sbocca nel Lago dei Quattro Cantoni a Flüelen. (da Wikipedia)





La sua posizione, montagnosa e centrale, fa sì che per spostarsi nei cantoni vicini si possano, almeno nella bella stagione, valicare alcuni dei più bei passi alpini, ed è di questi passi che vi parleremo.






Il primo di cui vi parliamo è il maestoso Furka, che  collega, scollinando a una quota di 2.436 m s.l.m., la valle di Orsera, appunto nel canton Uri, alla valle di Goms, nell'alto Vallese, la valle dove scorre il Rodano: il ghiacciaio da cui il fiume nasce è poco al di sotto del passo.






Più a nord il passo del Susten (in tedesco Sustenpass) collega il Canton Berna con il Canton Uri. Anche se il valico vero è proprio avviene in galleria, la strada, soprattutto nel versante bernese, è splendida.





Verso est subito dopoa monte di Andermatt si incontra il passo dell'Oberalp, in tedesco Oberalppass e Cuolm d’Ursera in retoromancio, 2046 m s.l.m. , che collega il Canton Grigioni con il Canton Uri.







Non ricade topograficamente nel Cantone di Uri il passo del Gottardo, per pochi km, in quanto il valico è interamente in territorio ticinese, ma buona parte della strada che scende verso Andermatt si snoda nella valle del Reuss, quindi in  Cantone di Uri.



Allo stesso modo andrebbe escluso il passo del Grimsel, in tedesco Grimselpass, il valico alto 2.165 m. s.l.m. che collega Oberwald nel Canton Vallese a Innertkirchen nel Canton Berna, dove appunto si trova il passo. Lo citiamo però in quanto con Furka e  Susten costituisce uno dei più entusiasmanti “anelli” alpini da percorrere in moto.



Ci fermiamo qui, anche perché ai Passi appena descritti abbiamo già dedicato altri reportage, ma vi suggeriremo presto altri "giri in moto" fra le montagne svizzere!


 

Nessun commento:

Posta un commento